5 pizze da concedesi senza sentirsi in colpa

5 pizze da concedersi senza troppi sensi di colpa

Anche voi siete amanti della pizza e non ne sapete proprio fare a meno? Non preoccupatevi, basta scegliere un gusto leggero, con poco condimento e potrete concedervi questa prelibatezza senza sentirvi in colpa.

È infatti la farcitura a rendere questo piatto maggiormente calorico. Per questo motivo vi consigliamo di scegliere una pizza realizzata con pochi ingredienti freschi e leggeri, come ad esempio la pizza margherita per grandi e piccini, dal gusto inconfondibile e genuino. Questo, infatti, non significa dover rinunciare al gusto, ma semplicemente che potrete togliervi la voglia di pizza senza troppi pensieri.

Scopriamo allora quali sono le pizze più leggere, che potete gustare ogni volta che ne avete voglia.

Pizza margherita

La più conosciuta e apprezzata al mondo, con il suo gusto delicato dato solo da tre ingredienti: il pomodoro, la mozzarella e il basilico. È un piatto ricco di storia, infatti si narra che durante la visita dei reali a Napoli, la regina Margherita chiese di poter assaggiare una pizza. Fu in quell’occasione che le venne proposta una pizza rossa realizzata in questa nuova versione arricchita di mozzarella e basilico. Il suo nome si deve a questa vicenda, che l’ha resa celebre in tutto il mondo.

Questa pizza è adatta a tutta la famiglia perché viene realizzata con pochi e semplici ingredienti che donano un sapore unico, dal gusto irresistibile.

Potete prepararla anche optando per i pomodori freschi al posto della salsa di pomodoro. Come condimento prevede solo un filo d’olio e un pizzico di sale. Rimane quindi molto leggera e facile da digerire.

Pizza ortolana 

La base della pizza ortolana è identica a quella della pizza margherita, in più prevede l’aggiunta di zucchine, melanzane e peperoni grigliati. Ma potete anche sbizzarrirvi aggiungendo le verdure che preferite, lesse o grigliate. Per renderla più gustosa potete anche farcirla con dei pomodori, della rucola o del prezzemolo.

Potete aromatizzarla a piacimento scegliendo spezie esotiche o profumi del nostro territorio. È ideale come piatto estivo, dal gusto fresco e delicato. Se volete restare davvero leggeri, eliminate il formaggio; essendo un alimento grasso che è sempre fonte di pesantezza ed è difficile da digerire.

Pizza vegana

La pizza vegana ricetta è abbastanza recente, è in voga da quando questa cultura ha preso piede nelle nostre cucine. Oltre a essere una scelta consapevole, è anche un’alternativa sana e genuina alla ricetta classica.

Al posto del formaggio prevede l’aggiunta del tofu, a base di semi di soia. Come condimento potete aggiungervi tutti i tipi di verdure e frutta. Potete impreziosirla con la frutta secca, degli insaccati rigorosamente vegani e delle salse ricche di spezie e aromi.

Pizza marinara

La pizza marinara viene realizzata con pomodoro fresco e accompagnata da un condimento fatto di aglio, origano e olio. È ideale per gli amanti del gusto forte e deciso. Il suo sapore ci riporta alle calde terre del Sud Italia, dove i piatti più prelibati vengono realizzati con gli ingredienti più semplici. È infatti la scelta accurata di prodotti genuini a renderla speciale.

L’origine del suo nome deriva dai marinai che un tempo, avendo pochi ingredienti a disposizione, la condividano con i prodotti più facili da reperire e conservare. Alcune versioni prevedono l’aggiunta di olive o delle acciughe, che però la rendono più pesante da digerire.

Pizza rossa

È la prima versione di questo piatto, la ricetta più classica e originale, ed è anche la base di partenza per tutte le altre pizze. Il suo gusto è quello più semplice in assoluto, oltre al pomodoro prevede solo l’aggiunta di olio e sale.

Non dovrete davvero preoccuparvi di mangiarla. La storia narra che venne impreziosita nel 1889, dal pizzaiolo Raffaele Esposito con mozzarella e basilico, per farla assaggiare alla regina Margherita.

Un altro fattore che può incidere sul valore calorico della pizza è il suo impasto. Se siete a dieta o se avete intenzione di mantenervi leggeri prediligete farine integrali o ai 5 cereali, realizzate con farro, grano saraceno, kamut.

Rispetto alla farina bianca contengono meno carboidrati e consentono di mantenere basso l’indice glicemico. Un’alternativa molto interessante è la pizza senza glutine. Da provare ci sono anche le pizza realizzate con la farina di mais, di riso e di patate.

Un altro suggerimento che riguarda la digeribilità è quello di fare attenzione all’impasto che deve essere lievitato correttamente, meglio se realizzato con il lievito di birra naturale, che causa meno gonfiore di quello istantaneo in polvere. Anche la cottura è importantissima, una pizza cruda poco risulta difficile da digerire, di conseguenza vi sentirete appesantiti.

Vi abbiamo spiegato quali sono le pizze considerate più leggere e povere di grassi. È importante ricordare che è il condimento per primo, a rendere la pizza più o meno calorica e facile da digerire. Seguono la tipologia d’impasto e la giusta cottura. Adesso sai come scegliere facilmente il tuo gusto preferito e gustare senza troppi sensi di colpa la pizza, ogni volta che desideri.

Condividi con noi!

Articoli simili