Juventus, Lazio e Inter si contendono lo scudetto il cammino delle tre formazioni

Serie A – Juventus, Lazio e Inter si contendono lo scudetto: il cammino delle tre formazioni

 

Serie A – Juventus, Lazio e Inter si contendono lo scudetto: il cammino delle tre formazioni.

Sono tre le squadre in lotta per aggiudicarsi lo scudetto della Serie A 2019/2020

A 13 giornate dalla fine del campionato si fa sempre più serrata la lotta per l’assegnazione dello Scudetto.

A contendersi il titolo sono tre formazioni: la Juventus campione d’Italia in carica, la Lazio e l’Inter in quest’ordine di classifica.

Più staccata l’Atalanta (meno 15 dai bianconeri) in quarta posizione che salvo clamorosi ribaltoni nelle prossime giornate sembra ormai esclusa dalla lotta per il titolo.

Molto sull’assegnazione del titolo lo dirà la ventiseiesima giornata quando è in programma lo scontro diretto tra Juventus e Inter all’Allianz Stadium di Torino. La sfida tra bianconeri e nerazzurri sarà l’ago della bilancia per la stagione degli ospiti che in caso di successo potranno ancora dire la loro sull’assegnazione del titolo.

Al contrario una vittoria dei padroni di casa escluderebbe quasi certamente la squadra allenata da Conte da ogni discorso.

Spettatrice interessata della partita in programma a Torino è la Lazio che riceve il Bologna e che può prendersi la testa della classifica momentaneamente.

I nerazzurri però hanno una partita in meno di biancocelesti e bianconeri: quella contro la Sampdoria rinviata a causa dell’emergenza del Coronavirus e che ancora non si sa quando verrà recuperata.

Corsa scudetto: esperienza Juventus

Delle tre compagini in corsa per il titolo di campione d’Italia 2019/2020 quella che ha la maggior esperienza è sicuramente la Juventus che non vuole interrompere la striscia di 8 titoli consecutivi conquistati.

I bianconeri dopo la sfida con i rivali di sempre avranno tre gare abbordabili sulla carta: in trasferta contro il Bologna, in casa contro il Lecce e di nuovo in trasferta contro il Genoa.

Molto del cammino in campionato dipenderà dalle energie che porterà via la tanta sognata conquista della Champions League.

Dopo la trasferta contro il Grifone la squadra di Sarri è attesa dal derby contro il Torino per poi riaffrontare il Milan a San Siro.

Sfida d’alta quota poi in casa contro la sempre meno sorprendente Atalanta di Gasperini per poi affrontare la trasferta a Reggio Emilia in casa del Sassuolo nell’ultimo turno infrasettimanale della stagione.

Altra sfida verità qualche giorno dopo questa volta contro la Lazio, ma sempre in casa: questa sfida potrebbe essere decisiva per la conquista del titolo. Altre tre partite di media bassa difficoltà contro Udinese, Sampdoria e Cagliari prima dell’ultima giornata in casa contro la Roma.

Corsa Scudetto: pochi impegni per la Lazio

Tra le candidate a regina d’Italia la Lazio è quella che avrà sempre a disposizione una settimana intera per preparare le partite visto che non ha più impegni nelle coppe.

Dopo il Bologna i biancocelesti affronteranno in trasferta l’Atalanta che tre giorni dopo sarà impegnata in Champions League prima della nuova partita casalinga contro la Fiorentina.

Successivamente la squadra di Inzaghi farà visita al Torino per poi una settima dopo ospitare il Milan dell’ex Pioli. Impegno in trasferta contro il Lecce, prima della partita casalinga contro il Sassuolo.

Settimana chiave questa perché ci sarà il turno infrasettimanale in trasferta contro l’Udinese prima di tornare a Torino per lo scontro diretto contro la Juventus già battuta all’andata.

Tre partite di media difficoltà contro Cagliari, Verona e Brescia prima del gran finale contro il Napoli in trasferta.

Corsa Scudetto: calendario affollato e ritardo in classifica per l’Inter

Anche i nerazzurri dovranno fare i conti con l’impegno nelle coppe europee che potrebbe togliere ulteriori energie. I nerazzurri sono leggermente indietro in classifica ed inoltre dovranno recuperare la partita contro la Sampdoria.

Dopo l’impegno contro la Juventus match casalingo contro il Sassuolo per poi andare in Emilia per affrontare il Parma. Subito dopo doppio impegno casalingo contro Brescia e Bologna nell’ordine prima della trasferta di Verona e di un altro match casalingo, questa volta contro il Torino.

Doppia trasferta prima a Ferrara contro la Spal (nel turno infrasettimanale) e poi all’Olimpico contro la Roma e poi contro la Fiorentina in casa della trasferta contro il Genoa.

Finale incandescente contro Napoli in casa e Atalanta fuori e con la possibilità di giocare in settimana per recuperare il match contro la Sampdoria qualora dovesse proseguire il cammino europeo.