come fare a dimagrire in bicicletta

Come fare a dimagrire in bicicletta: 3 preziosi consigli

Quando si pensa all’attività fisica per il dimagrimento, la prima cosa che viene in mente è il running. Tuttavia esiste l’alternativa valida che è dimagrire in bicicletta e, a nostro avviso, molto più divertente dal momento che non prevede impatti lesivi e ti consente di esplorare zone che a piedi non riusciresti a raggiungere.

Uscire ed andare a correre è infatti raccomandabile solamente a persone che non siano eccessivamente in sovrappeso e che non abbiamo problematiche inerenti le articolazioni di schiena o ginocchia. Si tratta infatti di uno sport d’impatto che, se non praticato sotto le giuste condizioni, può essere addirittura sconsigliabile.

Con il giusto piano d’allenamento è invece molto più raccomandato salire in sella ed iniziare ad utilizzare la bicicletta per perdere peso. Proprio per questo motivo, in questo articolo ti daremo dei preziosi consigli per iniziare a farlo in maniera efficace e senza spendere troppi soldi.

Vediamo con l’aiuto degli autori di Vita Outdoor, un blog sullo sport, quali sono i primissimi step per iniziare a perdere peso.

Con quale bicicletta è preferibile iniziare?

La scelta della bicicletta con cui partire non è importante. Vanno bene sia le mtb, le stradali che le ibride. Il fattore principale che deve guidare la tua decisione se ne devi acquistare una dipende dal tipo di percorsi che ti piacerebbe fare.

Tieni a mente è che la bici da corsa regala molte soddisfazioni su asfalto dal momento che è più leggera e ti da la possibilità di percorre più km con facilità ma sarà fortemente limitante nel caso volessi percorrere stradine di campagna più dissestate. La mountain bike è invece perfetta per percorsi sterrati ma più pesante su strada.

Una buona soluzione per avere una via di mezzo potrebbe essere una mtb con copertoni ibridi più stretti oppure una bicicletta da trekking che ti permetta di montare copertoni più grossi, intorno ai 30 mm con tacchetti laterali. In questo modo non soffrirai di particolari limitazioni in quanto a fondo stradale.

Dimagrire in bicicletta con uscite lunghe e a ritmo contenuto

Veniamo al dunque, come in tutti gli sport, anche in bicicletta bisogna riuscire a generare il cosiddetto “deficit calorico”. Vale a dire che il nostro obiettivo sarà quello di consumare più calorie di quelle che se ne ingeriscono durante l’arco della giornata.

Il metodo consigliato per chi comincia o per chi dovesse essere particolarmente fuori forma o sovrappeso, consiste nell’abituarsi a fare uscite a stomaco vuoto mantenendo un ritmo molto tranquillo.

Il momento perfetto della giornata per poterlo fare è la mattina quando le nostre riserve energetiche sono già tutte in circolo nel sangue ed il corpo non potrà attingere nuove calorie dagli alimenti presenti nello stomaco.

E’ importante mantenere un ritmo molto tranquillo per due motivi:

  • Il corpo brucia più facilmente il muscolo che le riserve di adipe: pertanto se procederai ad un ritmo sostenuto, il rischio è quello di incorrere nell’anabolismo muscolare che ti farà perdere peso da massa magra e non da massa grassa.
  • Se la richiesta energetica diventa impellente ed elevata, il corpo reagirà “male” producendo il classico calo di zuccheri con conseguente sensazione di nausea e capogiri. Per questo motivo è buona pratica portare con sé uno snack dolce tipo una barretta di cereali per la colazione da usare solo in caso di emergenza.

Dimagrire con allenamenti ad alta intensità

Gli allenamenti ad alta intensità, anche conosciuti come HIIT o Interval Training, consistono nel sottoporre il corpo a sforzi intervallati che comportano un aumento delle pulsazioni ed una maggiore dispendio energetico da parte del nostro sistema metabolico.

Per metterla giù facile, stiamo parlando di “scatti” mentre si pedala. Essendo principiante dovresti parlarne con un personal trainer specializzato. In questa sede giusto per darti un’infarinatura generale dovresti allenarti attenendoti a dei set da 3 cicli di 5 ripetizioni in grado di portare le tue pulsazioni a circa un livello intorno al 60%-70% del tuo massimale.

Un esempio pratico: fai uno scatto da 30 secondi e riposi per 15/30 secondi. Ripetendolo 5 volte avrai composto un set. Ti invitiamo comunque a consultare un professionista per impostare allenamenti di questo tipo.

Si tratta di un metodo per dimagrire in bicicletta che fa per tutti? Assolutamente no. E’ una metodologia che dovrebbe essere seguita solo da persone che già si trovano in una condizione fisica media e che soprattutto non soffrono di patologie cardiorespiratorie.

Se sei molto in sovrappeso inoltre bisogna tenere in considerazione anche il potenziale sovraccarico a livello di legamenti e ginocchia che potresti generare con questi scatti. Se ci vuoi provare, fallo gradualmente, magari anche mantenendo una posizione seduta oppure trova una zona in salita e cerca di mantenere la tua “velocità di crociera” malgrado la pendenza.

Nel caso dovessi avere bisogno di ulteriori informazioni, non esitare a visitare il nostro blog. Nella sezione ciclismo troverai dritte e consigli preziosi.

Condividi con noi!

Articoli simili