rassodare le braccia a 50 anni
Fitness

Rassodare le braccia a 50 anni: come farlo correttamente.

Il tempo è un elemento essenziale nelle nostre vite, alcune volte sembra non passare mai, altre sembra volare. A ricordarcelo è proprio il nostro corpo in particolare nel momento in cui avvertiamo la necessità di tonificare il nostro corpo, soprattutto nel momento in cui vogliamo rassodare le braccia a 50 anni e anche oltre.

Gli anni che fuggono inarrestabilmente ci fanno avvicinare sempre di più all’invecchiamento e ciò molte donne non riescono totalmente ad accettarlo.

Sono in tante a voler rimettere in sesto la propria massa muscolare cercando anche di perdere peso grazie all’ausilio di tanta attività fisica tramite esercizi mirati oppure seguendo dei semplici rimedi naturali.

Se anche tu sei interessata a trovare una giusta soluzione continua pure a leggere l’articolo: troverai diversi consigli utili con annessi esercizi che ti permetteranno di avere braccia toniche in modo tale da non doverti più sentire a disagio.

La Sarcopenia

La menopausa comporta l’inevitabile indebolimento del tono muscolare specialmente per ciò che riguarda il tessuto dell’addome, del seno e come abbiamo accennato anche delle braccia. Questa particolare condizione viene chiamata “sarcopenia”.

I muscoli si indeboliscono proprio perché i ritmi biologici sono stati sconvolti dalla menopausa. I cambiamenti ormonali che avvengono da quel momento in poi segnano la fine della fertilità della donna. Il corpo va più lentamente ragion per cui ha bisogno di un minor apporto di calorie.

Devono essere quindi modificati il regime alimentare, le abitudini di allenamento e l’attività fisica. Nello prossimi paragrafi vedremo come rassodare le braccia a 50 anni con pochi e semplici esercizi.

Allenamento fisico: il segreto per rassodare le braccia a 50 anni

Per la tonificazione muscolare, c’è bisogno di un allenamento improntato sulla forza. Gli strumenti da utilizzare saranno dei pesi leggeri (anche bottiglie d’acqua), i bilancieri, i manubri e le macchine isotoniche.

Questi attrezzi, uniti ad esercizi mirati, ti aiuteranno a rassodare le braccia a 50 anni ridando vita ai tuoi muscoli.

Muscoli del braccio

Prima di passare agli esercizi ginnici, è importante sapere quali sono i muscoli del braccio. Questi risiedono tra la spalla e il gomito e sono in tutto quattro:

  • bicipite brachiale: fa parte dei muscoli anteriori del braccio si compone del capo lungo e del capo breve;
  • muscolo brachiale: è posto in maggiore profondità rispetto al primo e permette la flessione dell’avambraccio;
  • muscolo coracobrachiale: collocato sulla fascia anteromediale dell’omero, con la sua azione flette e adduce il braccio;
  • muscolo tricipite brachiale: occupa la regione posteriore del braccio e permette di estendere l’avambraccio.

I movimenti del braccio coinvolgono dinamicamente anche il deltoide. Prima di procedere agli esercizi veri e propri, è consigliabile fare stretching onde evitare stirature, contratture, strappi, infiammazioni o lesioni dei tendini.

Esercizi per tonificare e rassodare le braccia

Per tonificare e rassodare le braccia a 50 anni, tra gli sport consigliati ci sono il nuoto (stile libero o rana), il basket e il tennis.

Se si vuole fare del fitness in casa invece, alcuni degli esercizi utili possono essere:

  • Slanci delle braccia in fuori: iniziare prendendo due pesi da tre chilogrammi l’uno e appoggiarli sui fianchi per poi alzare e abbassare le braccia dall’interno verso l’esterno e viceversa. È possibile effettuare questo esercizio sia da in piedi che da seduti.
  • Slanci delle braccia da sdraiata: prendere uno dei due pesi, sdraiarsi su uno dei fianchi e incrociare le gambe, sorreggersi con il braccio più vicino al pavimento mentre alzare e abbassare il peso con l’altro braccio. Rifare lo stesso procedimento con il fianco opposto.
  • Slanci delle braccia in avanti da supino su panca inclinata a 45 gradi: appoggiarsi sulla panca già regolata in posizione supina alzando e abbassando le braccia in modo alternato tenendo con forza i pesi.
  • Slanci delle braccia da in fuori a avanti con fly: questo esercizio va svolto posizionandosi in ginocchio, uno rivolto verso l’alto e l’altro rivolto verso il basso, impugnare il fly con il braccio il cui ginocchio tocca il pavimento e portarlo fin davanti al viso stendendo il braccio quanto più possibile. Una volta fatta una serie da dieci alternare gamba e ginocchio e utilizzare gli arti ancora non adoperati.
  • Slanci delle braccia indietro: posizionarsi davanti a un tavolo chinandosi leggermente su di esso, con il braccio destro appoggiarsi al tavolo e con il sinistro prendere il peso e portarlo dietro di se più volte, dopo aver effettuato una serie da dieci cambiare braccio.
  • Flessioni: sarebbero efficaci se fatte tre serie da dieci tutti i giorni per un totale di dieci minuti.

Scrub

Per quanto riguarda i rimedi naturali, è necessario ricorrere a degli scrub. Con un massaggio delicato sarà possibile rimuovere lo strato superficiale della pelle maggiormente danneggiato.

Io vi consiglio questa ottima crema per lo scrub ma, se non avrete il tempo di acquistarlo, potrete farlo direttamente a casa vostra, utilizzando semplicemente dell’olio d’oliva che rende la pelle elastica e il miele che ha un forte potere antiossidante. Fin da subito noterete i tessuti rigenerati, idratati e nutriti.

In seguito sarà utile applicare una crema rassodante che renderà più soda la pelle della zona su cui verrà applicata.

In alternativa con un cucchiaio di sale fino, un cucchiaio di cacao in polvere e tre cucchiai di olio di mandorle dolci oltre a rimpolpare la zona su cui la applicherete renderete la pelle più luminosa. Questo scrub fatto da voi potrà essere conservato e utilizzato per tre o quattro mesi dalla sua creazione.

Cosa non fare per tonificare le braccia

Purtroppo a volte l’attività fisica svolta attraverso esercizi mirati e i rimedi naturali come scrub e massaggi non sono sufficienti per contrastare le braccia flaccide. Diete squilibrate e fulminee peggioreranno l’invecchiamento cutaneo.

Creme ricche di sostanze chimiche causeranno maggiore flaccidità, è proprio per questo si consiglia di produrle a casa, inoltre il risparmio è assicurato.

La pelle dovrà essere massaggiata in modo lento e graduale perché massaggi eccessivamente vigorosi e pressanti stresseranno ancora di più i tessuti.

Si consiglia in aggiunta di evitare reggiseni troppo stretti perché causano accumuli di liquidi in prossimità delle ascelle.

Solo così potrete tonificare e rassodare le braccia a 50 anni e anche oltre.

Conclusione

Prendersi cura del proprio corpo evitando di avere braccia flaccide è molto importante per preservarlo nel tempo contrastando così il passare degli anni. Intraprendere un percorso del genere non è per nulla semplice, occorre rigore, costanza e tanto impegno.

Come disse il famosissimo Henry David Thoreau: il prezzo di qualunque cosa equivale alla quantità di tempo che hai impiegato per ottenerla.

Condividi con noi!

Similar Posts